Ivrea, detenuto colombiano tenta di strangolare un agente penitenziario

carcere

Nel carcere di Ivrea, nel primo pomeriggio di ieri, è successo un fatto particolarmente grave: infatti, un detenuto di 24 anni di origini colombiane ha cercato in tutti i modi di aggredire un agente di polizia che lo stava perquisendo.

Cerchi un prestito online?

 

Compara i preventivi di 15 banche, è gratis

Un momento di pura follia, visto che il carcerato ha provato a strangolarlo: all’agente sono venuti subito in aiuto i colleghi, che hanno fermato il pluricondannato e hanno chiamato l’ambulanza.

Il comunicato dell’Osapp: troppa poca organizzazione e prevenzione nelle carceri italiane

Quello che è successo, però, è solo un’ulteriore testimonianza di quanto siano dure e complicate le condizioni in cui devono lavorare gli agenti di polizia penitenziaria.

Nel carcere di Ivrea, ad esempio, ci sono 190 posti letto regolamentari e oltre duecento detenuti in più rispetto alla capienza normale: è quanto emerge dal comunicato dell’Osapp, il sindacato autonomo che difende questi particolari agenti di polizia.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti