Stupro Salerno Santa Teresa, arrestati i due marocchini

salerno stupro

I due marocchini autori dello stupro di martedì sera sulla spiaggia di Santa Teresa, a Salerno, sono stati arrestati e trasportati al carcere di Fuorni. Finisce così la triste vicenda che ha visto come involontaria protagonista una 31enne, macchinista di treni, che la sera del 17 maggio è stata violentata, derubata e per alcune ore anche sequestrata dai due aguzzini.

Cerchi un prestito online?

 

Compara i preventivi di 15 banche, è gratis

La donna, che avrebbe dovuto sostenere un esame proprio oggi, si era presa una pausa dai libri e aveva scelto di fare una passeggiata. Sul lungomare del capoluogo di provincia campano, è stata avvicinata dagli uomini, ubriachi. Dopo averle sottratto 50 euro, l’hanno violentata a turno e in seguito portata in macchina dove è stata trattenuta per diverso tempo. La donna è riuscita a denunciare l’accaduto, dopo essersi liberata e grazie al suo coraggio i due marocchini sono già stati consegnati alla giustizia.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti