Conto corrente: i vantaggi del conto base di Banco Posta

Avere un conto corrente è molto importante. Non si può più considerare questo strumento come una soluzione per investire, ma ciò non toglie nulla alla sua comodità pratica. Se poi si parla di soluzioni di base come quella proposta da Banco Posta diventa ancora più interessante approfondire la cosa e considerare la ricerca di un riferimento per la gestione dei risparmi, che può essere associato a un conto deposito o a un’altra soluzione d’investimento.

Conto base di Banco Posta: come è strutturato

Quando si parla di conto corrente base di Banco Posta si chiama in causa un prodotto che vede nella semplicità la sua caratteristica principale. Altro aspetto essenziale da sottolineare è la possibilità di scegliere tra due versioni, quella standard e quella dedicata ai pensionati.

Conto base di Banco Posta versione standard: qualche informazione sui costi

Tra le prime informazioni che vengono cercate dai clienti che vogliono aprire un conto corrente ci sono le specifiche legate ai costi. Cosa si può dire in merito analizzando la soluzione base di Banco Posta? Se si pone l’attenzione sulla versione standard si può parlare di un canone annuo di 30€. Il vantaggio principale in questo caso riguarda l’inclusione della carta Postamat funzionante sul circuito Maestro. Con questo conto è possibile effettuare bonifici, domiciliare le utenze luce-gas e la bolletta del telefono, così come prelevare somme di denaro sia dagli sportelli automatici Poste Italiane sia dagli ATM di qualsiasi istituto di credito.

Cerchi un prestito online?

 

Compara i preventivi di 15 banche, è gratis

Si tratta di un prodotto che viene incontro in maniera specifica alle esigenze di chi si trova in condizioni economiche disagiate. Sotto una determinata soglia ISEE, infatti, è possibile non pagare il canone annuo.

Conto base di Banco Posta per pensionati: a chi è destinato?

Oggi c’è una concorrenza molto alta tra banche per quanto riguarda le opzioni relative al conto corrente, un prodotto che, come già specificato, ha un’importanza pratica notevole. Quando si parla dell’opzione base di Banco Posta si inquadra una soluzione molto interessante anche per via della versione pensionati, dedicata in particolare a coloro i quali percepiscono un reddito annuo inferiore ai 18.000€.

Questi clienti hanno la possibilità di optare tra due alternative per quanto riguarda il canone. La prima si contraddistingue per l’applicazione di un canone annuo pari a 24€, cifra che comprende anche la carta Postamat Maestro. La seconda, invece, non prevede l’applicazione di alcun costo annuo.

Conto Banco Posta per pensionati: i servizi dell’opzione priva di canone

Questo conto corrente di Banco Posta è però caratterizzato da una gamma di servizi decisamente ridotta. Si parla infatti della possibilità di ricevere l’elenco delle operazioni effettuate previa richiesta allo sportello, dell’accredito della pensione e della possibilità di effettuare prelievi di contante presso gli ATM Postamat. Il contratto prevede un numero determinato di operazioni gratuite.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti