Fisco telematico: ecco cosa cambierà nel 2017

Il fisco tecnologico darà il via a innumerevoli servizi telematici per il nuovo anno 2017, in aggiunta alle dichiarazioni annuali dei redditi anche Iva, Irap, denunce di successione e ulteriori servizi. I contribuenti potranno compilare il proprio 730 in via telematica, ma anche usufruire di servizi come la fatturazione elettronica e le richieste degli uffici potranno arrivare via posta elettronica certificata Pec.

Fisconline tutte le novità del 2017

Diverse sono le novità apportate al fisco nel 2017 e contenute nel decreto legge 22 ottobre 2016 n° 193. Nonostante la diffusione della tecnologia sia stata programmata per questo nuovo anno il “progetto carta zero” è di fatto fallito, progetto che avrebbe dovuto ridurre se non cancellare l’impiego della carta.

Fisco e tasse:  previsti bonus fiscali per gli adeguamenti tecnologici del 2017

Tutti i contribuenti in attività nel 2017 con un volume d’affari superiore a 50 mila euro,  potranno ricevere un bonus fiscale pari a 100 euro destinati all’adeguamento tecnologico finalizzato alla presentazione telematica dei dati relativi alle comunicazioni periodiche Iva, o anche per fatture e comunicazioni. Inoltre il credito sarà incrementato di 50 euro per tutti i soggetti che effettuano l’opzione per la presentazione in via telematica dei corrispettivi giornalieri.

Secondo disposizioni di legge il contribuente potrà inviare il 730 precompilato in via telematica entro il 23 luglio all’agenzia delle Entrate, senza che determini la tardività della presentazione. Con l’accesso del fisco telematico dobbiamo segnalare anche la soppressione del modello F24 telematico per tutti i pagamenti superiori a mille euro, che potranno essere effettuati regolarmente tramite modello cartaceo.

Cerchi un prestito online?

 

Compara i preventivi di 15 banche, è gratis

Dal primo luglio 2017 qualsiasi tipologia di documento o atto impositivo potrà essere notificato tramite posta elettronica certificata Pec, evitando così perdite in denaro o particolari ritardi delle consegne.

È previsto che la notificazione degli avvisi a imprese individuali, società, professionisti iscritti in albi potranno essere effettuate direttamente dal competente ufficio e indirizzati al destinatario risultante dall’indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica certificata Pec. Se la casella postale dovesse essere satura lo stesso ufficio dovrà provvedere ad un secondo tentativo di consegna entro almeno 7 giorni dal primo invio.

A partire dal 23 gennaio 2017 anche le denunce di successione potranno essere presentate per via telematica. Grazie al provvedimento presentato dal direttore dell’Agenzia delle Entrate è stato approvato il nuovo modello di dichiarazione di successione online, tramite il quale sarà possibile presentare online la dichiarazione attraverso un percorso guidato che permette al contribuente di calcolare le imposte ipotecarie, catastali, gli obblighi tributari.

Alternativamente alla nuova modalità di presentazione della dichiarazione di successione online, che sarà disponibile solo dal 23 gennaio 2017, fino al 31 dicembre 2017 sarà ancora possibile utilizzare il vecchio modello in formato cartaceo che dovrà essere presentato all’Agenzia delle Entrate.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti