Mutui Inpdap per Familiari

prestiti personali

Innumerevoli sono le persone che hanno parenti stretti in difficoltà che sono alla ricerca di un mutuo conveniente per acquistare casa, nel caso dei dipendenti pubblici è possibile aiutarli usufruendo delle agevolazioni che Inpdap da ai suoi iscritti. Questa categoria di mutui è il sogno di ogni persona che deve sottoscrivere questo tipo di finanziamenti perché hanno dei vantaggi incredibili, vediamo insieme i vantaggi che si possono ottenere.

Inoltre sono molti i vantaggi che si hanno per i familiari dei dipendenti del settore pubblico. Vediamo però quali sono le persone che possono usufruire dei vantaggi e soprattutto come ci si deve muovere in questo campo. Inoltre si deve conoscere molto bene anche la situazione ipotecaria che si deve affrontare, perché in conclusione ci si deve ricordare che si è comunque garanti della persona.

Mutui Inpdap per i Familiari: A chi sono rivolti?

Il termine familiare è leggermente troppo ampio per questo tipo di definizione. Iniziamo appunto con il dire che le persone che possono usufruire di tutti i vantaggi di un mutuo Inpdap è possibile solo per i familiari più stretti, nello specifico i figli ed i fratelli di sangue. Non è obbligatorio che si risieda nello stesso luogo ma si devono presentare dei documenti che attestino il grado di parentela.

Ci sono dei casi in cui si può chiedere il mutuo anche per figli non propri, come ad esempio nel caso di figli della moglie avuti da precedenti relazioni, in questo caso è solo necessario presentare dei documenti che attestino che la parentela si è creata, attenzione, essendo ancora su certi punti obsoleta la legge italiana, non vengono presi in considerazione invece i figli di relazioni tra conviventi se non quelli di sangue effettivamente e legalmente riconosciuti.

Vantaggi dei Mutui Inpdap: I tassi d’interesse

Ci potete provare all’infinito a trovare i tassi e le spese bassi come quelli dei mutui Inpdap, quindi i vantaggi sono evidenti appena accennati. Il tasso fisso è pari al 2,75% allo stato attuale, e quindi è unico sul mercato.

Il tasso variabile è per i primi mesi fisso al 2,50% e quindi nch’esso introvabile, le oscillazioni ed il tetto massimo sono nettamente minori di altri. Dopo aver valutato le spese dei tassi si deve anche vedere che le spese d’istruttoria sono ridotte al minimo rispetto a quelli di un mutuo concorrente del mercato.

Cerchi un prestito online?

 

Compara i preventivi di 15 banche, è gratis

In ultimo possiamo anche considerare che le spese d’incasso delle rate sono praticamente nulli e quindi i vantaggi sono economici e di garanzia di solidità di un istituto di previdenza sociale.

Requisiti e Documenti per accedere al credito

I documenti sono i classici di tutti i mutui in generale:

  • Un documento d’identità in corso di validità è importante.
  • L’ultima busta paga o il cedolino della pensione della persona che deve dichiarare di essere iscritto all’isituto di previdenza Inpdap.
  • Per questo tipo di prestito servono i documenti d’identità validi anche del parente unito a documento che attestino il reale grado di parentela.
  • Anche il parente deve con una busta paga o il modello unico attestare il reddito perché deve far vedere di essere in grado di poter pagare le rate del mutuo.
  • Essendo un mutuo ipotecario è necessario per poter ottenere il credito che si presentino tutti i documenti dell’immobile in questione, con tutto quello che possa essere utile per l’erogazione del mutuo.

Prestiti Inpdap Mutuo Ipotecario: Come funziona?

Questo tipo di mutuo è per la maggiore un mutuo ipotecario, vediamo di conoscere bene ed in parole semplici come funziona.
Dal momento dell’acquisto dell’immobile e della sottoscrizione del prestito la banca fa firmare al cliente un foglio dove si dichiara che fino alla chiusura del finanziamento l’istituto di credito detiene tutti i diritti di proprietà dell’immobile.

Se si paga regolarmente ogni rata non si incorre in alcun problema ed a fine mutuo avete la proprietà totale e viene cancellata l’ipoteca. Nel caso invece in cui non riusciate a pagare le rate dopo otto mensilità scoperte la banca acquisisce il diritto di vendere il vostro immobile per coprire il debito nei loro confronti.

In poco tempo perdete ogni diritto sull’immobile e potete anche essere sfrattati se le cose non trovano una soluzione quindi non sottovalutate mai questa cosa.

 

Altre informazioni utili sui mutui inpdap li puoi trovare su inpdapmutui.it

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti