Mutui: le vittime dei derivati truffa possono richiedere il rimborso

Sono arrivati solo nella giornata di ieri alcuni dettagli decisivi per chi ha sottoscritto dei mutui tra il 2005 e il 2008 ed è rimasto vittima dei derivati truffa. L’avvocato sardo Andrea Sorgentone, da anni attivo nella tutela dei clienti delle banche, è infatti riuscito a entrare in possesso di una copia, anche se non completa, dei documenti che attestano la condanna di istituti come Barclays, Deutsche Bank, Royal Bank of Scotland e Société Générale da parte dell’Antitrust.

Il capo d’accusa riguarda la manipolazione del tasso Euribor negli anni compresi tra il 2005 e il 2008.

Euribor manipolato: i clienti truffati possono ottenere un rimborso

Questo provvedimento dell’Antitrust, secondo quanto affermato da Sorgentone stesso nel corso di alcune interviste, può consentire ai clienti che hanno sottoscritto mutui o contratti di leasing in quegli anni di richiedere un rimborso.

Nello specifico si parlerebbe di 16 miliardi di euro su 30 totali d’interessi.

Frode sull’Euribor: cosa sapere per cautelarsi

Questa situazione, che sta venendo alla luce solo nelle ultime settimane nonostante il tanto tempo passato, ricorda a chi è in cerca di soluzioni relative ai mutui l’importanza d’informarsi sulle modalità di calcolo del tasso variabile. La procedura da seguire in questo caso è molto semplice. Il punto di partenza per il calcolo sono i dati quotidiani che l’agenzia Thomson Reteurs riceve da 44 banche europee, che comunicano il tasso sulla base del quale si sono prestate somme di denaro.

Cerchi un prestito online?

 

Compara i preventivi di 15 banche, è gratis

Da questi dati bisogna togliere il 15% più alto e il 15% più basso. Dalla media tra le altre rilevazioni si ricava l’Euribor. Fondamentale è ricordare che non è possibile avere una partecipazione quotidiana di tutte le banche, motivo per cui si procede al calcolo del tasso solo quando si raccoglie una quantità minima di risposte.

Derivati truffa: ecco cosa ha scoperto l’Antitrust

L’Antitrust ha scoperto che, in diverse occasioni, i trader delle banche sopra specificate si rivolgevano ai soggetti incaricati di inviare i dati Euribor chiedendo esplicitamente una manipolazione degli stessi. Che impatto avrà questa scoperta sulle tasche dei clienti titolari di mutui?

Secondo Sorgentone, il pronunciamento dell’Antitrust europeo costituisce un vincolo per i giudici italiani, che hanno l’obbligo di quantificare gli interessi da restituire per ogni singolo contratto di mutuo, leasing o apertura di linea di credito, ovviamente se a tasso variabile.

Rimborso interessi: chi resta fuori e chi no

Chi, di preciso, potrebbe richiedere il rimborso degli interessi dei mutui? I clienti dei prodotti appena ricordati, con contratti che hanno avuto corso dal 1 settembre 2005 al 31 marzo 2009. Da ricordare è però l’esistenza della prescrizione ordinaria civile di dieci anni, motivo per cui dai beneficiari potrebbero venire esclusi coloro i quali hanno sottoscritto mutui fino alla data del 20 novembre 2006.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti