Partita IVA 2017: le novità

prestiti personali

Abbiamo scoperto alcune novità relative alla partita iva per il 2017 tramite il portale delle detrazioni fiscali www.detrazioni-fiscali.it.

Prima di entrare nel vivo della situazione Partita IVA 2017 è bene fare un recap sulle novità di questi ultimi mesi.

Nel corso del mese di maggio 2016 è stato presentato un correttivo del Decreto Semplificazioni del 2014, conosciuto anche come il decreto legislativo numero 175 del suddetto anno.

Si tratta di un impulso allo snellimento degli adempimenti che, secondo alcuni, potrebbe rappresentare il preambolo per il varo di un decreto legislativo ad hoc dedicato alla finanza per la crescita 2.0.

Quali le novità previste per la partita iva nel 2017?

La situazione per le Partite IVA e i professionisti potrebbe cambiare profondamente da qui alla fine del 2016. Per quanto riguarda la Partita IVA 2017 si parla infatti di nuove misure da tempo al centro delle richieste delle varie associazioni di categoria.

Cerchi un prestito online?

 

Compara i preventivi di 15 banche, è gratis

In questo novero è possibile includere l’introduzione della flat tax, un tributo che ha come obiettivo finale quello di premiare attraverso un’imposizione fiscale e non proporzionale quelle imprese che scelgono di lasciare gli utili in azienda.

Le novità relative alla Partita IVA nel 2017 potrebbero riguardare non solo le imprese, ma anche i professionisti. Nel 2017 si prevede infatti l’addio a uno strumento che non ha mai funzionato più di tanto nella determinazione dei compensi.

Altri cambiamenti riguarderanno  le Partite IVA dormienti. Sempre nel testo correttivo al decreto sugli adempimenti tributari, si parla di coloro i quali sono titolari di una Partita IVA pur non esercitando l’attività.

Maggiori dettagli approfonditi sono reperibili qui: http://www.detrazioni-fiscali.it/partita-iva-2017/

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti