Albania: tutte le combinazioni per gli ottavi

Saranno tre giorni vissuti con l’ansia che pervade la mente, durante i quali nessuno avrà voglia di pensare alle vacanze: l’Albania di De Biasi ha fatto il primo passo verso la grande speranza, ora dovrà vestire gli scomodi panni del gufo.

La vittoria con la Romania ha regalato alle Aquile il terzo posto del proprio gruppo, così la qualificazione agli ottavi dell’Europeo è legata alle classifiche finali degli altri gironi: andranno avanti le migliori quattro terze e la nazionale guidata dal c.t. italiano non è messa benissimo.

Appena 3 punti, differenza reti di -2, un solo gol segnato: ma nulla è perduto e c’è chi può far peggio. Il problema è che ne servono almeno due.

PRIMI SCENARI

In due gironi su cinque la terza classificata ha già 3 punti: la Slovacchia, nel gruppo B, e l’Irlanda del Nord, nel gruppo C. L’Albania può solo sperare che la loro differenza reti peggiori: dunque, la Slovacchia (ora a 0, ma con già 3 gol all’attivo) dovrebbe perdere con 3 gol di scarto contro l’Inghilterra e l’Irlanda del Nord (ora a +1 con 2 reti segnate) con 4 gol di scarto contro la Germania. Nel gruppo B, in realtà, c’è anche un’altra possibilità: in caso di doppia sconfitta di Galles (con la Russia) e Slovacchia, sarebbero i britannici ad arrivare terzi in virtù dello scontro diretto e in tal caso dovrebbero perdere con tre gol di scarto per avere una differenza reti inferiori all’Albania. Ipotesi non proprio fantascientifiche, ma obiettivamente molto complicate. Saranno anche i primi due raggruppamenti a chiudersi, uno lunedì sera, l’altro martedì (gare in programma alle 18): dovesse andar male, De Biasi potrebbe concentrarsi sugli altri.

Cerchi un prestito online?

 

Compara i preventivi di 15 banche, è gratis

LE SPERANZE

Anche nel gruppo D l’Albania potrà limitarsi a guardare una sola partita, Repubblica Ceca-Turchia, augurandosi che i cechi non vincano, altrimenti arriverebbero a quota 4.Un pari lascerebbe entrambe le squadre dietro De Biasi, Terim può scavalcarlo solo vincendo con due gol di scarto. Infine si arriva all’ultimo giorno, molto probabilmente quello decisivo: mercoledì alle 18 si giocano Islanda-Austria e Ungheria-Portogallo e l’unica speranza dell’Albania è il crollo di Cristiano Ronaldo contro i magiari, indipendentemente dal risultato dell’altra gara. Un pari o una vittoria degli lusitani proietterebbe la terza classificata del gruppo F, chiunque essa sia, davanti alle Aquile. Si chiude con il girone dell’Italia: Conte può dare mano al connazionale vincendo o pareggiando con l’Irlanda se contemporaneamente il Belgio fa lo stesso con la Svezia (meno realistica l’ipotesi che Ibra batta i Diavoli Rossi con 4 gol di scarto), in modo tale che la terza non superi i 2 punti. Se De Biasi sarà ancora in corsa, tutta l’Italia avrà un motivo in più per tifare per gli azzurri in una gara che a quel punto non sarà del tutto inutile.

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti