Mutui: a novembre 2016 le richieste di mutuo crescono del 13,2%

prestiti personali

La situazione dei mutui in Italia continua a confermarsi positiva. A dirlo è il barometro Crif, che fotografa una crescita pari a + 13,2% nel mese di novembre 2016 (il confronto è con il medesimo periodo dell’anno precedente). In generale per i primi 11 mesi di quest’anno si parla di un balzo in avanti del 12,7% rispetto all’intervallo di tempo gennaio – novembre 2015. Un miglioramento interessante, che riguarda non le semplici richieste d’informazioni alle banche, ma gli effettivi nuovi finanziamenti per l’acquisto di case e le surrogazioni.

Richieste di mutuo: come stanno andando le cose quest’anno?

Il mese di novembre 2016 si configura come l’ottavo consecutivo di crescita per quanto riguarda le richieste di accensione di mutui. Questo è il frutto innegabile della politica della BCE, che ha previsto già da tempo un abbassamento dei tassi d’interesse che si sta facendo sentire sul mercato immobiliare. La situazione migliora, non c’è alcun dubbio, ma i livelli pre crisi sono lontani. Oggi, la richiesta media per un finanziamento finalizzato all’acquisto della casa è infatti pari a 123.164€, una cifra decisamente inferiore rispetto ai 136.000€ medi richiesti nell’intervallo di anni compreso tra il 2009 e il 2011.

Cerchi un prestito online?

 

Compara i preventivi di 15 banche, è gratis

Importo del mutuo: qual è la fascia più richiesta?

Per avere un’idea ancora più chiara della situazione dei mutui in Italia bisogna analizzare in profondità i dati del barometro Crif, per capire che la fascia d’importo più richiesta dai nuovi proprietari è quella compresa tra i 100.000 e i 150.000€ (si parla del 29% circa dei finanziamenti totali concessi).

Andando ancora più nello specifico si può dire che quattro domande su cinque pervenute alle banche riguardano l’accensione di un mutuo con un finanziamento inferiore ai 100.000€.

Quanto dura il mutuo richiesto dagli italiani?

Gli italiani non hanno perso fiducia nel mattone e le banche hanno ripreso, dati del barometro Crif alla mano, a concedere i mutui. Ma quanto durano in media questi finanziamenti? La fascia più richiesta è quella compresa tra i 16 e i 20 anni e riguarda poco più del 24% delle richieste. Nei primi 11 mesi di quest’anno è stato inoltre possibile apprezzare un aumento della classe di durata compresa tra i 6 e i 10 anni, con una crescita delle richieste pari allo 0,7% circa.

La stessa percentuale ma con un segno negativo ha interessato invece la classe di durata tra i 26 e i 30 anni.

Quanti anni hanno i nuovi mutuatari?

Quanti anni hanno i clienti che richiedono mutui in Italia? Anche per questo dato importantissimo possiamo interrogare il barometro Crif, che parla della maggior parte delle richieste avanzate da utenti di età compresa tra i 35 e i 44 anni. Molto interessante è l’incremento, timido ma presente, delle richieste di mutuo avanzate da under 24 (+ 0,2%).

 

Cerchi un finanziamento personale?

 

Richiedi gratis il preventivo in 5 minuti